E' CONSENTITO SVOLGERE ASSEMBLEE DI CONDOMINIO IN PRESENZA? il governo Italiano nelle FAQ pubblicate a seguito del DPCM del 3 novembre ha risposto SI a questa domanda. Si, si possono svolgere ma è fortemente raccomandata l'assemblea a distanza, purchè il regolamento non lo vieti e purchè tutti gli aventi diritto diano preventivo consenso. Altresì si informa che le assemblee sono vietate a chi risiede fuori provincia (in taluni casi anche a chi risiede fuori comune). Non viene fatta distinzione di zona (se Gialla, Arancione o rossa).

Il legislatore ha creato incertenzza normativa, ed ha esposto tutti i condòmini e l'amminstratore alle possibili azioni di contestazioni dei soliti condòmini facinorosi che in talune realtà rendono particolarmente difficile la vita condominiale.

Il nostro studio non eseguirà più assemblee in presenza fin tanto che il governo non darà una risposta chiara alla domanda, ossia un SI perentorio con condizioni chiare che tutelino i presenti in assemblea e la nostra amministrazione da azioni di impugnazione.

Per suggerimenti al legislatore si può inviare mail a notelegali@governo.it